Ars Mirari | Our Communication
Un piccolo riassunto delle scelte visive di Ars Mirari: la città di Pushkar ed il tempio di Sarasvati.
visual, communication, india, pushkar, indian god, indian goddess, hindù, philosophy, web agency, sarasvati, pushkar lake
15862
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-15862,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
PUSHKAR

La comunicazione di Ars Mirari si basa su una scelta grafica e visiva particolare.

Le immagini, infatti, sono tutte di Pushkar, una delle più antiche città dell’India, situata a Nord nel Rajasthan.
In base all’area in cui ci si trova (Materia, Mente o Spirito), la raffigurazione cambia prospettiva, ma si tratta in realtà dello stesso panorama.

È uno dei laghi più sacri di tutta l’India, circondato da una cittadina e da una catena montuosa.
Tra i templi della città vi è l’unico dedicato al dio Brahma, Creatore dell’Universo nella mitologia hindù.
Sulla montagna retrostante, invece, sorge il piccolo tempio di Savitri.

La prima cosa che colpisce di Pushkar, nel cuore del Rajahstan a otto ore di macchina da Delhi, è che all’ingresso della città c’è un vero e proprio check point, con tanto di sbarra. […]
All’ingresso si paga un dazio simbolico di cinque rupie (13 centesimi di euro). Con l’impegno di non portare dentro niente che sia impuro. Niente alcol, niente droghe, niente uova e – soprattutto – niente carne macellata. Da questa porta si entra e da questa si esce. Non ci sono scorciatoie, né vie alternative per entrare in una delle città sante dell’induismo. Pushkar è una città incantata, dalle case coloratissime nel quartiere del mercato, e bianchissime quando affacciano sul lago, il fulcro di tutto. Gli abitanti raccontano che il lago sia nato da una lacrima di Brama, una delle più venerate divinità induiste.

Per leggere l’articolo completo clicca il pulsante sottostante e verrai reindirizzato sul corriere.it.

SARASVATI

Nella Tripartizione indiana troviamo: Brahma (il Creatore), Vishnu (il Preservatore) e Shiva (il Distruttore), tre facce dello stesso potere maschile.
Associati a questi tre dei vi sono le loro tre mogli: Sarasvati, Lakshmi e Parvati.

Sarasvati, dea dell’arte, della conoscenza, della musica, della saggezza e dell’apprendimento, assume diversi nomi quando associata a particolari cose: Savitri, in ruolo di moglie di Brahma, o Gayatri, nel ruolo di Madre dei Veda (i testi sacri induisti).

Perciò, quello di Pushkar, è in realtà il tempio di Sarasvati.

Vishnu, Brahma e Shiva: Trimurti maschile.

Lakshmi, Parvati e Sarasvati: Trimurti femminile.

La scelta di questo luogo non è solo dovuta ad un fattore di coincidenze o puramente visivo.
I miei genitori, infatti, si sono conosciuti negli anni Ottanta in India, ma abitavano qui in Italia a soli venticinque chilometri di distanza l’uno dall’altra.
Hanno fatto insieme diversi viaggi, per parecchio tempo, e sono entrati in quella che era la conoscenza e la consapevolezza della cultura indiana.
Facendosi catturare da questa filosofia, hanno cercato di visitare i luoghi più sacri di tutti, fra cui Pushkar.
È proprio dopo aver visitato il tempio sulla montagna che, immersi in questo panorama mozzafiato, hanno deciso il mio nome.
È come se Pushkar, in fondo, fosse anche casa mia.

SARASVATI VERONESI, Founder & Art Director.

Scopri di più sulla filosofia aziendale di Ars Mirari: